Tazio Nuvolari, clik for  the Official Web Site

51° G.P. Nuvolari
16 -18 settembre 2005

Tazio Nuvolari, clik for  the Official Web Site

 

-
Oltre duecento le auto che hanno tagliato il traguardo di Piazza Sordello il 18 settembre scorso. Nonostante la pioggia abbia raffreddato la temperatura esterna, una folla di appassionati hanno accolto applaudendo lungo tutto il percorso cittadino gli equipaggi e le auto ormai giunte alla meta. Bugatti, Alfa Romeo, Jaguar, Ferrari, Maserati, Porche, Audi, Mercedes, Triumph, Lancia, Fiat... si sono susseguite sul palco attraversando l'acciottolato lucido della piazza verso un meritato riposo.  La gara, partita venerdì 16, ha attraversato alcuni dei tratti più affascinanti delle strade del Centro-nord dell'Italia. Da Mantova a Parma verso Viareggio per poi risalire attraverso gli stupendi paesaggi senesi verso Rimini e da qui  nuovamente verso Mantova attraverso Ferrara e Casteldario. Anche se in questa ultima tappa una pioggia battente ha messo a dura prova i mezzi e gli equipaggi, lo spirito della gara ha avuto il sopravvento e salvo la  brutta avventura avuta dalla coppia Jessica Celli e Wanda Lucon, finita fuori strada con una Bmw del 1937, risoltasi fortunatamente bene, al termine erano tutti soddisfatti. In un Bibiena affollato, le premiazioni: 1° classificato, l'equipaggio favorito alla vigilia, Viaro-Mair su Alfa Romeo 1500 super del 1928; la piazza d'onore è andata alla Maserati 4 del 1934 della coppia Sucari-Celada; terza classificata la Innocenti Mini cooper Mk3 del 71 del team Fortin-Pile. Sono stati assegnati numerosi, premi speciali: alla scuderia Tazio Nuvolari Asia, al team Nuvolari Europa, alla Scuderia Argentina a cui è andato il trofeo Ettore Maioli, dedicato alla memoria di uno dei fondatori del Gran Premio. Premi anche alla coppia Boni-Gavatti, primo tra gli equipaggi femminili, alla  coppia Beltrami-Gramostini primi mantovani al traguardo, mentre il trofeo Franco Marenghi è stato assegnato all’equipaggio che ha condotto la propria Bugatti 35 del 1925 fino a Mantova nonostante i molteplici inconvenienti. Un ulteriore premio speciale è stato assegnato all'equipaggio Scotti-Roncaia, che con coraggio e prontezza  ha soccorso la coppia femminile Celli-Lucon che a  causa dell'asfalto viscido  era finita a ruote all'aria in un fosso. Si spengono le luci e cala il sipario su questo 51° Gran Premio Nuvolari, ma già gli organizzatori stanno preparando la nuova edizione e allora... arrivederci al 2006 (PiLi)


viale Risorgimento

viale Risorgimento
viale Risorgimento

  Classifica  finale
 

Equipaggio

Auto

9 VIARO-MAIR  ALFA ROMEO 1
42 SUCARI -CELADA MASERATI 4CS
125 FORTIN -PILE' INNOCENTI MINI
29 SCALISE -SCALISE ASTON MARTIN
8 FERRARI -FERRARI BUGATTI 37
6 37 VESCO -VESCO PORSCHE 356
7 46 CLARAMUNT -BERTSCHI FIAT 5085 MM
8 116 BONI-GAVAZZI PORSCHE 356
9 172 RAIMONDI-PERBELLINI PORSCHE 356
10 65 GABURRI-GABURRI PORSCHE 356
11 70 ALBUZZA -COLPANI HEALEY SILVE 292
12 160 ONGARI-ONGARI TRIUMPH TR 3
13 50 ACCERENZI -ZANINI  RILEY 12/4 S
14 276 BELTRAMI -GRAMOSTINI ALFA ROMEO D
15 184 BONATO -MALVEZZI TRIUMPH TR3A
16 231 PELLEGRINO-NAPOLI TRIUMPH TR 4
17 156 RAMPONI-RAMPONI TRIUMPH TR 3
18 154 LUI-SASSI TRIUMPH TR 3
19 215 PINI -CARLONI PORSCHE 356
20 107 MARINELLI -COLPANI LANCIA AURELIA

L'auto dei vincitori fotografata  prima della partenza

Sucari -Celada (2°)  lasciano viale Te verso il traguardo

altre auto in uscita da viale Te




Gran Premio Nuvolari ... Partiti!

Dopo le verifiche tecniche a Palazzo Te, attraverso il centro storico le auto sono state parcheggiate nel parco chiuso di Piazza Sordello in attesa della partenza. Alle 13,30 i 300 equipaggi che si disputeranno la gara sono regolarmente partiti salutati da due ali di folla. La corsa che si snoda attraverso 1000 Km  toccherà prima il Mar Tirreno (Viareggio) e successivamente l'Adriatico (Rimini) per far rientro in città domenica 18 con arrivo previsto intorno alle 12. Numerosi gli equipaggi provenienti dall'estero e quelli della Mantova Corse che unitamente ad Audi Sport, Automobil Club d'Italia e Museo Nuvolari ha organizzato la corsa.
p.l.

L'Audi in esposizione in piazza

In attesa della Partenza

 La partenza              passaggio in Piazza Martiri di Belfiore
 
 in Piazza Sordello
   
sul Lungolago Gonzaga
   
in Via Pomponazzo
 
 in Corso Garibaldi
   
Le foto sono in bassa risoluzione e formato ridotto - le originali sono a disposizione gratuitamente a chi ne faccia richiesta scrivere a  liberatiarts

 

Via Broletto

Una Bugatti in via Broletto

L'equipaggio mantovano Lui - Sassi

Piazza Sordello
Castello di San Giorgio
San Giorgio
 San Giorgio
San Giorgio


Chiuse le iscrizioni a quota  300

Il 15 agosto il Gran Premio Nuvolari 2005 ha chiuso le iscrizioni. Sono 300 le auto iscritte provenienti da tutto il mondo che gareggeranno dal 16 al 18 settembre in un percorso impegnativo di 1000 Km con partenza e arrivo da Mantova. Lo scettro dell’auto più antica spetta quest’anno alla Bugatti 35 Gran Prix del 1925 guidata dallo svizzero Oskar Meier mentre per la prima volta un equipaggio russo con un’auto tra le più antiche in gara, una OM 665 Superba del 1928 del moscovita Boris Bazhenin. Oltre 100 le vetture provenienti dal Giappone, dagli Stati Uniti e dall’Argentina e come sempre ricca la compagine mantovana con ben 30 equipaggi iscritti.

Per l’edizione 2005, sponsorizzata da AUDI ed organizzata come sempre dal Comitato Organizzatore Mantova Corse, col Museo Tazio Nuvolari e l’ACI Mantova, si tornerà alle origini con tre giorni di gara.  Dal 16 al 18 settembre con partenza e ritorno dalla centralissima piazza Sordello di Mantova, attraverso le bellezze della Lombardia, della Liguria, della Toscana, dell’Umbria, delle Marche e dell’Emilia Romagna, con tappa a Viareggio (venerdi 16) e Rimini (sabato 17).
Una durata decisamente più sostenibile per le 300 auto che si cimenteranno su un percorso di circa 1000 Km, impegnate in 40 prove speciali, 10 controlli orari e 20 controlli a timbro.
Non mancheranno gli specialisti del cronometro: il vincitore dello scorso anno Luciano Viaro su Alfa Romeo 1750 Sport del 1929, il bolognese Giuliano Canè, già vincitore di cinque edizioni, a bordo di una Aston Martin del 1930, il pescarese Giansante su Porsche 356/a del 1956, l’argentino Scalise, vincitore dell’edizione 2003, su una Aston Martin Le Mans del 1933. Tra le iscrizioni last-minute una Lamborghini Miura sp400 del 1969 proveniente da Hong Kong guidata dall’imprenditore Jean Mouret, e dal Marocco una Lancia Aurelia B20 del 1954 di Giuseppe Spiller.
Massiccia la presenza di vetture anteguerra, quest’anno più di 50: cominciando dalla più antica, una Bugatti 35 Gran Prix (1925) dello svizzero Oskar Meier, a seguire una Fiat Sperimentale Sella 509 (1926) di Alex Spagna di Fontanellato – Parma, la rarissima Bentley 4-1/2 Le Mans (1928) dell’inglese Collins, un’Alfa Romeo 6c 1500 mms (1928) del riminese Enrico Franciosi, una Riley Brooklands (1928) del tedesco Erkan Aydin, una OM 665 Superba (1928) della coppia moscovita Boris Bazhenin con Nadia Bazenina, altra rarità una Riley Brooklands (1930) dell’ungherese Adam Ilkovits, una Alvis Speed 20 sport special (1933) dell’austriaco Wilfrid Stenitzer, una Fiat Balilla Coppa d’Oro Siata (1933) del milanese Angelo Strada e infine una Fiat 508 SS (1934) dell’olandese Ron Lopes Cardoso.
Corposa anche la schiera degli equipaggi mantovani con 30 auto in gara. La scuderia più rappresentata sarà quella dell’AMAMS Tazio Nuvolari. Rigorosamente in ordine alfabetico: Battesini-Alberini, Bianchi-Perdonò, Bianchi-Monelli, Belladelli-Cremascoli, Beltrami-Gramostini, Bonato-Malvezzi, Bortolotti-Bortolotti, Calotti-Varini, Carra-Scacchetti, Co-Baietta, Farina-Farina, Fiorio-Cremonesi, Gandolfi-Cossari, Filippini-Bovi, Grespi-Re, Grossi-Colombara, Lui-Sassi, Maccario-Prospero, Marchi-Marchi, Mattioli-Alciroli, Pezzo-Bellelli, Rossi-Negri, Salvaterra-Pizzi, Spagna-Spagna, Telia-Telia, Tosoni-Araldi, Vincenzi-Gavazzi, Zavanella-Cavarocchi. Per ultimo ma non meno importante merita una segnalazione a parte il mantovano extra-muros, da anni residente in Germania: Renato Vanzini che gareggerà con la moglie Ingrid Vemdach su Volvo 122 del 1965.
Appuntamento al via 16 settembre e... che vinca il migliore!
 


immagini  G.P. precedenti
 archivio-liberatiarts©


Il Gran Premio Nuvolari edizione 2005 potrebbe diventare spettacolare platea di sfida tra il vincitore della Mille Miglia 2005 Luciano Viaro e Giuliano Canè il più bravo specialista al mondo nelle gare per auto d’epoca.
La competizione dedicata al “Mantovano Volante” ammette vetture costruite dal 1919 al 1975, sia da corsa che da turismo, munite di passaporto F.I.V.A. o fiche F.I.A.A.
                                     Il Percorso

 
Si prevede anche per questa edizione, organizzata come sempre dal Comitato Organizzatore Mantova Corse in armonia col Museo Tazio Nuvolari e l’ACI Mantova, sponsorizzata da AUDI, un successo analogo se non superiore alle precedenti edizioni: quella del 2003 che celebrava il cinquantesimo anniversario dalla morte di Tazio Nuvolari (1892-1953) e del 2004 il cinquantesimo compleanno della gara.

Il programma della gara
Il Gran Premio Nuvolari edizione 2005 prenderà il via venerdi 16 settembre con le verifiche tecniche nella splendida cornice di Palazzo Te di Mantova (ore 8.00) e partenza ore 13.30 dal cuore della città all’ombra del Palazzo Ducale e si concluderà domenica 18 dalle ore 12.30 con l’arrivo nella centralissima Piazza Sordello, dopo un’entusiasmante cavalcata attraverso mezza Italia.
La prima tappa, dopo Parma, La Spezia e Forte dei Marmi, si concluderà a Viareggio con arrivo in tardo pomeriggio (ore 18.45). In serata vista sul mare col beach party informale al Versilia Centro Congressi dell’Hotel Principe di Piemonte.
Sabato 17, rotta su Rimini, attraverso Pisa, Livorno (con transito sul famoso circuito del Montenero, dove Nuvolari vinse dal 1931 al 1933 la Coppa Ciano), Siena (piazza del campo e poi le magnifiche”crete senesi”, divenute tesori dell’Umanità, tutelati dall’Unesco), Arezzo e San Marino. La sera, cena di gala al Grand Hotel di Rimini per poi fare ritorno, domenica 18, a Mantova lungo un percorso che si snoderà sulla Costa Adriatica fino a Comacchio, da dove, poi la carovana si dirigerà verso Ravenna e Ferrara.

Prima di tagliare il traguardo in Piazza Sordello, doverosa sosta a Castel d’Ario, paese natale del “Mantovano Volante”.



Al Gran Premio Nuvolari 2005 ci si aspetta la sfida tra il triestino Luciano Viaro, fresco vincitore  della Mille Miglia edizione 2005, al volante dell'Alfa Romeo messa a disposizione dal Museo dell'Alfa, che potrebbe sfidare il bolognese Giuliano Canè su Bmw del Museo Bmw, specialista pluridecorato nelle gare per auto d’epoca, e vincitore per ben cinque volte della manifestazione mantovana.
Da qualche anno il numero delle auto partecipanti si è attestato attorno alle 300 unità con equipaggi provenienti da Europa, America, Giappone a cui si aggiungono, per la prima volta quest'anno, molti equipaggi dal Sud America in prevalenza Argentini a conferma dell’escalation qualitativa della scuola di regolarità dei sudamericani. Non mancano i “fedelissimi“ del Gran Premio, l’equipaggio composto dal tedesco Thomas Feierebend e dall’olandese Jeanine Franssen (su Bmw 328 Roadster del 1927) che, oggi sposati con tre figli, hanno iniziato a partecipare alla gara da fidanzati e da 15 anni non perdono un’edizione. Ci sarà anche la californiana Sylvia Oberti, prima ed unica donna ad aver concluso da sola la “Mille Miglia“.

Il Gran Premio Nuvolari, nato dopo la morte del campione, nel 1953, come attestato di stima degli organizzatori della Mille Miglia che compresero Mantova nel percorso della loro gara e istituirono un trofeo intitolato a Tazio Nuvolari per il pilota più veloce nel tratto tra Cremona, Mantova, Brescia.
 
Comunicato stampa del Gran Premio Nuvolari
Sabrina Marin tel. 347 7114074 sabrinamarin@pito.com

 http://www.tazionuvolari.it/

 le edizioni precedenti :  > 2001   - > 2002   - > 2003   - > 2004   - > 2005   - > 2006   -> 2007   -> 2008   -> 2009
  -> 2010   -> 2011   -> 2012   -> 2013   ->2014  -> 2015

liberatiarts©98-2005

Contatore visite