Palazzo Arrivabene
via Arrivabene-F.lli Bandiera- Proprietà Privata

2006
Ristrutturato e in parte adibito a Bed & Breack (visita il sito web)
Realizzato su progetto di Luca Fancelli nel 1481 presenta all'esterno ancora alcuni marmi lavorati, la "casa Torre" era in origine dipinta. Nell'angolo, l'iscrizione con la datazione e stemma della famiglia Arrivabene. All'interno alcuni ambienti con affreschi attribuiti al Bazzani e al Berigny e al piano nobile alcuni ambienti conservano la soffittatura a cassettoni dipinti.   

Lo stato in cui versa il palazzo,(dal vivo è molto peggio!!              

Aprile 2003 
Grazie all'interessamento di alcune Associazioni il palazzo è stato aperto per permettere ai mantovani di vederlo all'interno prima dell'inizio dei lavori.  - Le foto della visita-
Gennaio 2003 
Finalmente in
iziati i lavori di restauro, all'esterno è stata innalzata l'impalcatura su via Arrivabene e anche all'interno fervono i lavori...
Gennaio - dicembre 2002 
Cresce la necessità di un intervento urgente di restauro ma nulla si muove burocrazia lenta o ??...
Giovedì 4 ottobre 2001

Il Comune di Mantova incasserà cinque miliardi e 100 milioni dalla vendita del  Palazzo Arrivabene La Siclafin srl di Mantova, una società immobiliare che fa capo alla famiglia Bucci, importanti imprenditori di Faenza, si è aggiudicata l'asta. "Obiettivo, è la residenza in generale, poi vedremo strada facendo, escludo, però, l'albergo" si così espresso il procuratore che per conto della Siclafin ha seguito tutta la pratica dell'asta, che ha manifestato la volontà della società che rappresenta di procedere immediatamente alla pulitura e al restauro completo dell'immobile. 
Si ignorano lo stato e consistenza degli interni. (Dalle riprese trasmesse da Tele Arena nel notiziario del 28-8-2001 è stato possibile vedere alcuni particolari: lo scalone, e alcune volte con affreschi, si sono visti anche notevoli accumuli di guano e lo svolazzare di numerosi colombi...)  
29 agosto 2001 

Si apprende dai giornali che il 3 settembre verrà pubblicato il bando per la messa all'asta dell'intero immobile che si estende su di una superficie di 4.200 mq. La cifra base d'asta sarà di 4 miliardi ... (ma esistono vincoli per la salvaguardia delle opere d'arte che sicuramente contiene ?)... continua
(febbraio 2001)
Pare che il Comune abbia già avuto delle richieste per il Palazzo che sorge all'angolo tra via Arrivabene e via Fratelli Bandiera; si mormora addirittura un interessamento della Banca Agricola Mantovana e del Monte dei Paschi di Siena per adibirlo a prestigiosa sede della Fondazione recentemente costituita (!). Palazzo Arrivabene avrebbe dovuto essere venduto gia anni fa quando è stata messa l'impalcatura esterna a protezione dei passanti. Considerato il vincolo delle Belle Arti non è possibile alienarlo, mentre aumentano i rischi di danni gravi ed irreparabili alle strutture. Si corre ai ripari varando un'operazione di salvataggio che dovrà essere messa in atto in tempi brevi, se ne parla già da tempo (a seguito delle lamentele dei vicini anche nel dicembre scorso in Giunta. Al palazzo servono lavori di ripristino soprattutto del tetto, l’immobile di proprietà comunale verrà dato in concessione per almeno 60 anni a privati, con l’impegno di consolidarlo e recuperarlo definitivamente. A metà gennaio verrà indetta la gara pubblica. Chi se la aggiudicherà potrà trasformarlo in albergo, oppure ricavarne appartamenti di lusso, uffici e negozi. 

liberatiarts©