ARCHIVIO DI STATO DI MANTOVA
via Roberto Ardig˛ 9-11 - Mantova - tel. 0376 324441, fax 0376 222554
Ingresso via Ardig˛ orari lunedi-martedi-mercoledý : 08,30-17,45
 giovedý - venerdý - sabato : 08,30-13,45

via Ardig˛ L'Archivio di Stato di Mantova Ŕ ospitato nell'ex collegio e convento dei Gesuiti, complesso che comprende anche la torre dei Gambulini e la chiesa della SS.TrinitÓ, ora adibita a deposito principale. Nelle stanze dell'antico convento Ŕ conservato, in oltre 27 Km di ripiani, il patrimonio documentale archivistico di Mantova e Provincia. 

In alcuni ambienti, vi sono ancora gli scaffali ottocenteschi, che svolgono ancora egregiamente il lavoro per cui sono stati assemblati quasi due secoli fa. Istituito nel 1868, conserva documenti a partire dall'XI░ sec., dominio dei Canossa, del periodo Comunale, dei Buonacolsi, dei Gonzaga , periodo napoleonico, della dominazione Austriaca, del Regno d'Italia fino a quelli della Repubblica (attuali).

 Nella moderna struttura ricavata all'interno dell'ex chiesa della Santissima TrinitÓ sono conservati e preservati con sofisticati sistemi di controllo dell'aria e umiditÓ oltre ai sistemi di sicurezza, i documenti storicamente pi¨ importanti. Una miriade di faldoni, raccoglitori e buste, catalogati ed allineati, racchiudono in questa sezione, i documenti che compongono l'archivio Gonzaga (1328¸1707). ╔ uno degli archivi fra i pi¨ completi riguardanti le famiglie che hanno governato in Europa. Una preziosa documentazione sulla storia, la politica socioeconomica, amministrativa ed artistica mantovana.

Il patrimonio conservato oltre 100.000 pezzi cartacei (buste, registri, volumi, fascicoli), pi¨ di 6.000 pergamene, circa 14.000 mappe e disegni, oltre a sigilli, monete, stampe; Ŕ dotato di una biblioteca con oltre 14.000 titoli (volumi, opuscoli, riviste, audiovisivi, CD ). Ha una sala di studio dove Ŕ possibile consultare e visionare i testi.
L'Archivio di Stato di Mantova collabora inoltre con la Soprintendenza Archivistica per la Lombardia che ha competenza sugli archivi non statali, per la tutela, la salvaguardia e l'acquisizione di archivi privati di notevole interesse storico. Mantova Ŕ una delle diciassette sedi, a livello nazionale, in cui viene promossa l'attivitÓ didattica diversificata. Dopo un corso biennale, vengono rilasciati diplomi legalmente riconosciuti di Archivista, Paleografia e Diplomatica. Attraverso donazioni o depositi, sono all'Archivio di Stato, gli archivi di Famiglie e di Persone: dei Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, dei Conti Castiglioni di Mantova, l'archivio gentilizio Cavriani per citare i pi¨ noti . 
╔ in atto, un recupero degli ambienti, per adeguamento e messa a norma dei depositi e per un ampliamento degli spazi destinati al pubblico. Come gli altri Archivi nazionali, anche quello mantovano, si sta attrezzando con le nuove tecnologie informatiche. Attualmente grazie ad un progetto presentato dall' Associazione Mantovani nel Mondo e finanziato dalla Regione Lombardia sono consultabili in rete le Liste di Leva (registri militari 1847-1900) relative agli anni 1870-1890 (di 43 dei 70 Comuni).

 


La dottoressa Ferrari, direttrice dell'Archivio di Stato mostra la firma del Sultano Solimano (sotto)





Le foto, raffigurano altri importanti documenti antichi, sono state scattate durante le  riprese del programma 'Sportello Italia' di Rai international (2005) e di Rete21 Brazil (2004) per due trasmissioni dedicate alle ricerche famigliari effettuate dall'Associazione Mantovani nel Mondo il cui responsabile Ŕ  l'autore di questo sito web

Leggi Informativa Archivio datata 2-9-2000)

L' elenco degli Archivi di Stato Italiani Ŕ reperibile al seguente URL:
http://www.archivi.beniculturali.it/UCBAWEB/  

I testi sono liberamente tratti dall'opuscolo
distribuito in occasione delle " DomenicArchivio" 1999
Copyright
liberatiartsę98-2007

Hit Counter