Chiesa dei Santi 
Gervasio e Protasio
Porta Mulina- via Porto- via Trento

Eretta nel 1385. La chiesa parrocchiale risale all'anno 829-1002 (1). Prima di essere parrocchia, la chiesa era adibita a cappella del Lazzaretto (ospedale)(2). È menzionata nelle visite pastorali effettuate dal cardinale Ercole Gonzaga, vescovo di Mantova, nell'anno 1535 e nel 1553 (3).

Parrocchia della diocesi di Mantova. Nel 1610 risulta una delle 19 parrocchie urbane censite dalle costituzioni sinodali del venerabile Francesco Gonzaga, vescovo di Mantova(4). La parrocchia fu sempre di libera collazione, con un parroco nominato dal vescovo di Mantova. Nel 1553 risulta officiata da un rettore, che prende in seguito il titolo di parroco; l’entrata annua della chiesa è di 80 ducati(3). Dal 1789 subentrò alla soppressa parrocchia di San Ambrogio(5). La popolazione, globalmente considerata, conta 1900 abitanti all’inizio del secolo XX (1) e 900 nel 1985(6) . All’inizio del secolo XX è segnalata l'esistenza delle pie unioni del Sacro Cuore, del mese di Maggio, di Santa Filomena, dell'Apostolato della Preghiera (1). Dal 1827 al 1850 la parrocchiale ebbe come chiesa sussidiaria quella di San Leonardo(5). Nel territorio della parrocchia sono presenti gli oratori della Sacra Famiglia, retto dalle madri Orsoline, della Casa di Provvidenza, intitolato all'Immacolata e dell'Orfanotrofio femminile (1).

Bibliografia:
1:  Visita Origo 1901
2: Cittadella 1991
3: Putelli 1934
4: Constitutiones 1610
5: Rosso 1851
6: Annuario diocesi Mantova 1985

Per approfondimenti e testo completo visitare il web promosso dalla Regione Lombardia: Lombardia Storica - Civita

liberatiarts©98-2007