Mantova Romana e...
I mosaici di Piazza Sordello .

2014 ...il cubo resiste...

Come ogni cosa che accade a Mantova la risoluzione di qualsiasi problema grande o piccolo non viene mai fatta in tempi accettabili e con il buon senso. No! Qui non si agisce! Si studia, si fantastica, si litiga, si fa a scarica barile, si aspetta la "manna" dal cielo o qualche miracolo che come logico non avviene  e ... tutto resta come prima! Ogni tanto sulla stampa locale escono varie polemiche di campanile tra varie categorie e politici ma una soluzione decente non viene mai fuori! Dopo varie proposte di sistemazione dell'area archeologica (Sigh!) ed una serie di progetti affossati, adesso tocca all'università proporre un nuovo progetto... ma intanto quel cubo marrone troneggia in piazza alla faccia chi diceva che era provvisorio e sarebbe stato rimosso ad ottobre 2010 . Siamo a gennaio 2014 e la storia continua ... 

 E che dire degli "Amanti di Valdaro" ??!

Li esponiamo ? Adesso si ! Adesso no!  Forse più avanti ... chissà se riusciremo a terminare i lavori del Museo !?! (Sono oltre 20 anni che si "lavora alacremente" alla struttura del Museo "). Si continua a rinviare, i locali non sono adatti... non si può ...bla bla bla !! Parole, parole ...  Ma intanto non si è sfruttata per nulla la notizia del ritrovamento che nel 2007 fece il giro del mondo suscitando interesse e curiosità . Ora distanza di 7 anni chi vuoi che si ricordi ... non si è fatto nulla per mantenere vivo l'interesse durante le fasi di studio, non si è colta nessuna occasione utile, salvo una fugace apparizione durante il Festivaletteratura nel 2011. Poi di nuovo in magazzino insieme ad altri tesori conosciuti o sconosciuti che vedremo chissà quando ! Sono convinto che in un'altra nazione la valorizzazione dei beni artistici, culturali e storici avrebbero assunto ben altro valore e significato.

^--^_^--^

Un po' di cronistoria ...

Dopo aver seguito i lavori quasi giornalmente, dal primo 'buco' scavato sul margine della piazza, lo scorso 28 febbraio, finalmente ho potuto vedere (e fotografare) il mosaico venuto alla luce dopo oltre due mesi di lavoro da parte degli archeologi guidati da Elena Menotti del nucleo operativo di Mantova della sovrintendenza ai beni architettonici di Brescia.  Giusto in tempo, perchè appena conclusa la pulizia dei mosaici e dei muri, recuperati gli attrezzi, gli archeologi della Sap hanno coperto tutto con pesanti teloni e abbandonato il sito in attesa di ulteriori fondi dato che quelli stanziati sono terminati. Arriveranno i restauratori che metteranno in sicurezza i mosaici ma il lavoro di ricerca e ampliamento del sito è terminato.  Un vero peccato vista la qualità dei mosaici e dei possibili sviluppi. Quali saranno le prospettive e i tempi ?? Nessuno lo sa! Le ipotesi sono molteplici: dal proseguimento dello scavo, se si troveranno accordi tra gli enti e principalmente i finanziamenti. La costruzione in loco di un sistema che ne permetta la visione o all'asportazione dei mosaici per riproporli in uno dei musei cittadini ? Chi lo sa? Aspettiamo fiduciosi in una soluzione ottimale che non ripercorra lo stesso iter del sito medievale scoperto dietro la chiesa di Santa Paola! Dopo un anno di silenzi  è stato stabilito che il sito non era rilevante e quindi si dato l'avallo alla costruzione prevista con la relativa distruzione  di quello che c'era...
Pietro Liberati

Per proseguire i lavori hanno eliminato, con la scusa che era ammalorato il tiglio adiacente gli scavi, dal taglio si possono notare tutte le "malattie del povero albero"

Siamo arrivati a marzo 2009 e ancora non si capiscono le intenzioni degli enti preposti alla salvaguardia del mosaico... Alcune proposte sono state fatte ma, come sempre, se, come e quali saranno adottate, non si sapranno fino a quando non saranno fatti i lavori sempre che si trovino i soldi ...  Nel 2008 in occasione di scavi per le condutture in Piazza Santa Barbara è stata riportata alla luce una porzione di strada romana ... che subito dopo è stata ... ricoperta

Gennaio 2010 Dopo varie ipotesi si è scelta forse la peggiore (non parliamo dei costi ) Infatti dopo qualche mese di lavori (l'apertura è del 15 marzo) è sorta una struttura fatta in acciaio (?)  per rinchiudere i reperti. La struttura di colore marrone che, nata per restare fino al 31 ottobre 2010, resterà probabilmente fino a marzo 2011 così almeno dalla stampa le decisioni della nuova giunta. Personalmente non avrei speso 450mila euro e non si sa quanto costerà poi la rimozione, per mettere questa scatola marrone sopra i mosaici.  Avrei utilizzato i soldi  per una sistemazione provvisoria di copertura tanto da rendere visibile la zona e proteggerla dalla pioggia e avrei proseguito gli scavi e verificare se, come si afferma da più parti, la parte romana prosegue verso il Voltone. Così si sono sprecati solamente soldi e, all'atto pratico, rimosso questo "capolavoro architettonico" ritorneremo al problema principale: cosa fare e come conservare i mosaici??

la costruzione della "scatola"

Alcune foto dei mosaici
Parte dello scavo con l'ultimo mosaico trovato

I Particolari della base e dei lati dell'ottagono
    

Le due figure al centro dell'ottagono

Il mosaico bianco con cornice nera e grande treccia policroma

liberatiarts©98-2014