I testi appositamente stampati e rilegati in quattro volumi

Conclusa la Lettura de:
'la Bibbia senza sosta'
Oltre 1000 i lettori che si sono alternati nelle 137 ore di lettura. Non sono previste repliche

..Solo una fiammella è rimasta ad indicare la via ....


Mantova 18 marzo 2007 - Riecheggia l'ultima sillaba della lettura e la volta della rotonda si illumina di un rosso intenso che, mentre siLa Genesi : Sia la luce, E la luce fu ... Il sole e la luna ...  ...i Nuovi cieli di una Nuova Gerusalemme ... ( Apocalisse )ripone l'ultimo libro, si tramuta in oro, una sequenza breve che precede la riaccensione delle luci ed il deflusso dei presenti. Sono i colori voluti dall'arch. Soggia che, dopo le luci ispirate dalla Genesi che hanno accompagnato le letture, ha scelto per concludere l'Apocalisse, l'oro dei nuovi cieli. Oro che coloro che sono passati nella rotonda hanno nel cuore e nella mente, un segno che, come sperato dagli organizzatori, ha accomunato lettori ed ascoltatori. Una chiusura volutamente discreta e silenziosa per non rompere quell'atmosfera che si è respirata nella rotonda per tutta la durata delle letture. Un'esperienza positiva sotto tutti gli aspetti, sia da chi l'ha vissuta da lettore ma anche da quanti si sono soffermati ad ascoltare. Durante le 136 ore si sono alternate oltre 1000 persone nella lettura. Molti hanno letto più brani in giorni diversi, altri hanno scelto di leggere brani specifici, alcuni pur di leggere hanno accettato di leggere nelle fasce notturne meno richieste. Difficile stabilire invece quanti siano stati gli ascoltatori. I maggiori flussi di ascolto ci sono stati nei pomeriggi fino a notte inoltrata, ma anche nelle altre ore del giorno e della notte vi è stato una presenza continua. I lettori non sono rimasti mai soli, la presenza discreta dei custodi che dettavano i tempi delle letture è stata costante come quella dei volontari della segreteria. Concluso l'evento è d'obbligo ringraziare tutti, a partire dai lettori, all'organizzazione di Limoges e quella mantovana, gli sponsor mai così discreti e tutte le persone che vi hanno partecipato. Difficile dire un arrivederci, è stabilito che, per ora, a Mantova non sarà replicata. Come Mantova raccogliendo il testimone di Limoges ha lanciato l'iniziativa in Italia, passerà lo stesso testimone ad un'altra città che voglia ripetere questa bellissima esperienza.

   
(inizio domenica 11 marzo) il pubblico                                        (termine sabato 17 marzo)  gli organizzatori


15 marzo 2007
Iniziata con una semplice cerimonia sul sagrato della rotonda di San Lorenzo questa iniziativa, ha superatoL'interno durante la lettura felicemente la metà delle letture previste senza che vi sia stato alcun inconveniente. Numerose le persone che
Il Verbo e le mani,  i diversi modi di leggeredurante il giorno, ma anche la notte, si ferma, entra e ... ascolta. Alcuni seguono la lettura sulle copie della bibbia a disposizione, altri osservano le strutture del tempio affascinati dal luogo e dalle parole che si susseguono. Una sensazione impalpabile di misticismo che accomuna anche i turisti occasionali che si soffermano all'interno della rotonda, che rapiti da questa atmosfera di grande impatto pur nella semplicità ritmata da una voce, siedono e ascoltano. Leggere ed ascoltare, questi gli scopi dichiarati dei promotori che sicuramente sono stati raggiunti. Anziani e giovani, uomini e donne, senza distinzione sociale, credenti e no si alternano davanti al leggio e danno voce al Libro, fonte ininterrotta di parole. Parole che per ogni lettore assumono un proprio significato, una partecipazione interiore che a volte viene esternata nel grande registro posto all'uscita e su cui i lettori, ma anche gli ascoltatori, possono lasciare il loro pensiero o solamente una firma a testimonianza della loro presenza e partecipazione.

 

12 marzo 2007
Con una breve introduzione e presentazione di Carla Nicolini, Maurizio Rossi e Daniela Dessy a cui è seguito l'ingresso della folla silenziosa che si era assiepata sulla scalinata della Rotonda, si dato il via a questo evento. All'interno, dal buio iniziale, la luce si fa spazio e ripropone, con una serie di effetti, la formazione del giorno, del sole, della luna e del firmamento, mentre il presidente della Comunità Ebraica di Mantova Fabio Norsa, ha iniziato la lettura della Genesi in lingua ebraica. Dopo di lui Padre Michele, Joylin Galopon, Maria Perpetua Siveri, Gian Giacomo Sarzi Sartori, Laurentiu Herciu, Jonathan Terino, Franco Cucè, rappresentati delle varie comunità religiose e poi di seguito i lettori.

 
Studenti     Custodi   e   Volontari


Cos'è la Bibbia
La Bibbia, nome di origine greca che significa libri, è un libro formato da molti testi diversi sia per l'origine che per composizione, scritti in un lungo arco temporale. Con grande approssimazione i libri dell'Antico Testamento (precedenti la nascita di Gesù Cristo) arrivano fino al X secolo a.C. mentre i libri del Nuovo Testamento (dopo Gesù Cristo), sempre con una larghissima approssimazione, sono stati composti tra il 50 e il 100. La Bibbia è il Libro Sacro, fondamento delle religioni ebraica e cristiana.

Le fonti più antiche del Nuovo Testamento e dell'Antico Testamento greco, sono alcuni papiri risalenti al II sec. d.C.
Le testimonianze più antiche della Bibbia ebraica sono i Rotoli del Mar Morto, ritrovati nel 1947, che contengono frammenti più o meno ampi di tutti i testi e risalgono a un ampio periodo che va dal 250 a.C. circa al 68 d.C.

Secondo l'A.B.U. fino al 2005, la Bibbia in versione intera è stata tradotta in 426 lingue mentre tra traduzioni totali e parziali si arriva a 2403 versioni. Ad oggi ne esistono moltissime versioni. Dai Sacri Testi hanno avuto origine un numero elevato di confessioni religiose e di eresie, ognuna delle quali fornisce una propria lettura e interpretazione del testo biblico.

 liberatiarts©98-2007