Festivaletteratura 11
5-9 settembre 2007

L'altro Festival


 275 ospiti, 700 volontari, 214 eventi  35 luoghi
55.000 biglietti venduti, 16.000 presenze agli eventi gratuiti,
i dati ufficiali comunicati alla chiusura del Festivaletteratura 2007
Prossima edizione dal 3 al 7 settembre 2007

Come al solito lascio le dotte recensioni alle  grandi e piccole firme che hanno affollato gli incontri, gli scontri e le conferenze, io mi limito ad una piccola nota aull'attività di volontario svolta nella settimana del festival. La mia mansione, come per gli anni scorsi, consiste nell'accompagnare gli ospiti, dal loro arrivo, aeroporto o stazione del treno, fino a destinazione. Un cartello ed una maglietta blu è il simbolo di riconoscimento, il primo contatto materiale dell'ospite con la realtà del Festival. Anche se ha gia partecipato ad altre edizioni, ogni volta è diversa. Diverso l'accompagnatore, diversa l'auto, diversa la destinazione, diverso il clima e diverse sono le sensazioni. Credo di saper riconoscere le tipologie delle persone che ho l'onere e l'onore di accompagnare, c'è chi vuol conoscere, ascoltare, ricevere informazioni; chi ti ignora, completamente assorto nel proprio lavoro e pensieri e c'è chi ha voglia di parlare, di tutto e di nulla. Per me l'importante è non distrarsi, tenere d'occhio la strada e assecondare la volontà o le intenzioni del passeggero. Aeroporto di Bologna, Linate e  Malpensa le destinazioni più frequenti, ma non mancano destinazioni diverse  quali Stazioni delle Ferrovie e centri storici di città grandi e piccole come  Milano e Parma. Viaggi a volte rilassanti, altri con code e ingorghi che stravolgono le tempistiche e acuiscono l'ansia di mancare l'appuntamento o le attese snervanti per i ritardi degli aerei. Anche questo fa parte del Festival ma il grande pubblico non lo sa,  non se ne accorge, per loro una coda, un biglietto, una sedia, una breve attesa ed ecco l'autore disponibile, affabile o scontroso e riluttante, ma sempre a contatto visivo, a portata di penna per l'autografo o per una foto. Pochi conoscono i retroscena, dei salti mortali della segreteria, degli accompagnatori, degli interpreti, degli autisti e di tutti quelli che lavorano dietro le quinte, ordini e contrordini  viaggi e rinvii, cambi di itinerario, di albergo, di orari, di partenza e di arrivo. Queste situazioni sono vissute per ogni evento, per ogni ospite, di continuo per tutta la settimana in cui si svolge il Festival. In molti mi hanno chiesto ma cosa ci guadagni? Alla mia risposta "materialmente nulla, anzi ..." rispondevano scuotendo la testa "Mha! contento tu ...!" Non è facilmente spiegabile il perchè si partecipa, qual'è lo stimolo che spinge ogni anno me e gli altri 700 volontari ad iscriversi. Ognuno ha una propria motivazione interiore che supporta e sospinge l'individuo ad  offrire il proprio contributo. Oltre tutto il volontario paga per esser volontario... Strano ma vero, i volontari pagano una quota all'associazione pur di lavorare gratis! Le gratificazioni: l'accesso agli eventi (ove possibile), la risottata finale (per chi è della zona) ma sopratutto credo soddisfi l'io personale, l'esserci, a qualsiasi titolo! Come si diceva quando lo sport era un divertimento " l'importante è partecipare...". Almeno per me, è così !
PiLi

Alcuni arrivi e partenze...

Qua e la
Castello di San Giorgio                    Piazza Canossa 
         
     Al Palazzo della Ragione
  
Al Ducale

Piazza Sordello                   Piazza Canossa

dall'auto alle 13,30 tutti o quasi a pranzo...

Via Legnago
("la banderuola imprigionata")                                  via Fondamenta
 
via Scarsellini                                                         via Verdi

Piazza Mantegna         

                           Piazza Erbe                                     Piazza Concordia


 Gran finale di domenica
Piazza Sordello
    
Piazza Erbe
 
 la gente in centro

Autografi e sorrisi

  


Alpinisti ciabattoni” sarà il libro che traghetterà l'edizione appena conclusa, al Festivaletteratura 2008 che si terrà dal 3 al 7 settembre 2008. Il romanzo di Giovanni Achille Cagna, proposto nell'ultima giornata del festival in Piazza Alberti, sarà il filo conduttore per le iniziative di “Qui comincia la lettura”, la proposta di lettura collettiva lanciata da qualche anno che coinvolge  grandi e piccoli, pubblici e privati in eventi, spettacoli, proposte  fino all'estate prossima. “Alpinisti ciabattoni”, racconta di due coniugi commercianti della Lomellina, che hanno deciso di trascorrere una vacanza sul Lago d’Orta e sulle montagne circostanti. Bottegai di pianura, sono completamente spaesati tra i dirupi alpini. Per l’escursione partono non all’alba ma a mezzogiorno, dopo con una serie di disavventure si perdono tra le montagne. Incontrano un montanaro che li riconduce alla loro meta, poi ...
Appuntamento con l'edizione speciale di “Alpinisti ciabattoni”  a febbraio 2008.
PiLi

  > presentazioneinaugurazione < 2007 -   nel 2008  ->>

Le immagini in bianco e nero degli autori sono tratte dal libro "centoAutori" edito da Festivaletteratura©
Lo stesso è stato usato quale promemoria di servizio e book per gli autografi dall'autore.
Le altre foto se non indicato ,  l'autore è Pietro Liberati

 
liberatiarts©2007  Mantova Italy