Mostra: 'A casa di Andrea Mantegna'
26 febbraio 4 giugno 2006
  La mostra in atto alle  Fruttiere di Palazzo Te
  dal 16 settembre al  14 gennaio 2007  
  Ultimi aggiornamenti 

>Per arrivare direttamente a Casa del Mantegna in auto o autobus
>
In città verso Casa del Mantegna in auto o autobus
>Con il treno o bus di linea o a  piedi

>
Cartina del centro storico

Casa del Mantegna
 via Acerbi, Mantova

Sinceramente sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'allestimento della mostra, pur non essendoci capolavori famosi e con un solo dipinto del maestro padovano, vale assolutamente il prezzo del biglietto. Di rilievo oltre al dipinto del volto di Cristo " Il Redentore", sapientemente contrapposto ad un Cristo in cotto attribuito allo stesso Mantegna, i bronzetti, tra i quali spicca quello raffigurante Marsia tramutato in San Sebastiano attribuito  al Mantegna recentemente. La mostra vuol essere una ricostruzione fedele dell'epoca in cui l'artista è vissuto, epoca in cui la Mantova dei Gonzaga stava acquisendo un'importanza politico-culturale crescente. Questa ricostruzione è arricchita da scritti, incunaboli, medaglie, monete bassorilievi, busti, ceramiche, vestiti e armi. Al piano superiore vengono mostrate con un sistema  multimediale la Camera degli Sposi e la  ricostruzione della chiesa della Vittoria. Maxi schermi che permettono di notare ed apprezzare  particolari difficilmente visibili dal vivo. Anche nella sezione dedicata  a "I trionfi di Cesare"  i dipinti si possono ammirare nella loro completezza evidenziandone significati e particolari. Una visione che nemmeno dal vivo, a Hempton Court è possibile vedere, dato che gli originali sono tenuti in una penombra che ne mortifica la visione.  Altra ricostruzione teorica ma di grande effetto, quella dello laboratorio dell'artista, con le scansie colme di vasi contenenti i materiale per i colori e svariati materiali di corredo con sopra al cavalletto i contorni del Cristo Morto (quello conservato a Brera) pronta ... per ricevere le prime pennellate ...
                
Non una grande mostra, ma una bella mostra, razionale e gustabile in ogni sua parte senza l'oppressione di vedere a tutti i costi un'opera famosa, una mostra sicuramente da non perdere.   
Pietro Liberati
le foto sono riferite al giorno dell'inaugurazione 25-2 liberatiarts©


 

La mostra è promossa dalla Provincia di Mantova in collaborazione con:
il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del V° Centenario della morte di Andrea Mantegna, Mantova, Padova, Verona; il Ministero per i Beni e le attività Culturali, la Regione Lombardia, il Comune di Mantova, il Centro Internazionale d'Arte e Cultura di Palazzo Te 

Tra i luoghi legati al Mantegna in città segnaliamo:
- la  camera Picta, all'interno del Palazzo Ducale
- La Chiesa della Vittoria visitabile solo di sabato e domenica a partire dal 18 marzo 2006.
- La Cappella funebre dell'artista all'interno della Basilica di Sant'Andrea.
- La facciata della Casa del Cappellaio in piazza Marconi
- Il Museo Diocesano
 

 ORARI:  da martedì a domenica 10,00 -18, 00  - Lunedì Chiuso
 INFO:  0376 432432 
www.acasadiandreamantegna.it 
 Prezzi:
 INTERO:    Euro 5,00
 RIDOTTO:  Euro 3,00  ( giovani dai 18 ai 24 anni, insegnanti, soci del Touring Club Italiano)
 GRATUITO:  ( minori di 18 anni e maggiori di 65 anni, gruppi di scolaresche con prenotazione obbligatoria, docenti e accompagnatori di gruppi di studenti)

le ultime notizie legate alla mostra:

In occasione dell'apertura della mostra organizzata dalla Provincia di Mantova, la cappella funeraria del Mantegna sarà visitabile gratuitamente dal martedì alla domenica secondo i seguenti orari   
                      Giorni feriali: 10.30 alle 12.00 e dalle  15.00 ALLE 17.30
                      Giorni festivi: dalle 15.00 alle 17.30
PERIODO PASQUALE:
Il dott. Ferlisi , uno dei curatori della mostraGiovedì 13 aprile: solo pomeriggio - Venerdì 14 aprile: solo al mattino

L'accesso alla cappella, regolato dalle apposite corsie, prevede l'ingresso di non più di sette visitatori
per volta, la permanenza sarà regolata dal personale volontario in modo da permettere a tutti la visione. Non sarà possibile usare apparecchi fotografici  e in considerazione del luogo sacro si dovrà mantenere un comportamento adeguato. I volontari che rendono possibile la visita appartengono all'Associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, i Volontari di Sant'Andrea e dai  soci dell'Associazione Nazionale Carabinieri di Mantova. 

 

Se arrivate in Treno o Bus di linea
DALLA STAZIONE FERROVIARIA 
ALLA CASA del MANTEGNA

La stazione FS dista circa 800 metri (a piedi e 1,2 Km in auto) dalla Casa del Mantegna. All'esterno stazionano i Taxi. La Stazione dei Bus è a circa 150mt. Attraversata la strada vi è la fermata della Linea Circolare 1 (lato sx) che percorre il centro storico arrivando poi nei pressi della Casa del Mantegna in circa 20 min. (fermate indicate con 1 cartina a lato)

Se invece volete fare una passeggiata seguire il seguente percorso (il più breve indicato con la linea rossa nella carta) Attraversata la strada davanti la stazione girare a destra e costeggiare il palazzo fino all'incrocio con Corso Vittorio E. Attraversate ed entrate nella via (Conciliazione) a sinistra della Chiesa (Ognisanti) Proseguire dritto per ±500 mt. oltrepassare l'incrocio con via Dugoni-Chiassi e poi girare a sinistra nella 2° traversa (viale Rimembranze). Di fronte avrete San Sebastiano, Famedio dei Caduti, quando siete arrivati nel piazzale (XXIV maggio) a sinistra avete la Casa del Mantegna. (A destra si trova il Museo Cittadino e oltrepassati i due semafori (v. d. Repubblica e V. M.Grappa) c'è il Palazzo Te 

torna su


Se arrivate in auto o in Bus Turistico
Nelle giornate (sabato)  in cui la squadra del Mantova calcio gioca in casa, viene inibito il transito nelle adiacenze dello Stadio negli orari della partita.
Fino al 19 marzo 2006 il parcheggio non è utilizzabile per la presenza del Luna Park 


PER I BUS:provenienti da A22 (MN nord da via Brennero e MN Sud da via Parma) arrivati  in Piazzale di Porta Cerese
seguire indicazioni CENTRO STAZIONE FFSS. CREMONA,  (oltrepassare semaforo di fianco allo Stadio e  al successivo girare a sinistra) entrate in viale Risorgimento, percorrere il viale, al 2 semaforo girare a sinistra e accostare a destra per far scendere i visitatori, poi proseguire e al semaforo ancora a sinistra (viale Isonzo) fino allo stadio per riportarsi in direzione della A22 in via  Brennero, oltrepassato il ponte sul Mincio, in zona industriale al semaforo girare a sinistra. Percorrere la strada fino al termine, in prossimità dell'incrocio, a sinistra ingresso parcheggio Campo canoe solo per auto, qualche metro più avanti a destra parcheggio Bus, eventualmente siano occupati tutti i posti proseguire a destra  verso A22 San Giorgio, e al primo rondò girare a sinistra per il parcheggio del Centro Commerciale la Favorita.

Per le auto private una volta entrati in viale Risorgimento al 2° semaforo girare a destra, di fronte al Museo di San Sebastiano, proseguire per 50 metri poi a sinistra, parcheggi a parchimetro per tutta la via, proseguendo e oltrepassando via Conciliazione, dopo altri 50 metri, subito dopo la curva a destra, vi è l'ingresso di uno spazio a parcheggio libero, se non si trova posto, uscire dal parcheggio, obbligo di andare a destra (via Dugoni) subito dopo imboccare a sinistra via Fancelli, se lungo questa via non si trova posto, proseguire fino all'imbocco con viale Piave, girare destra e subito dopo il semaforo pedonale c'è l'ingresso del parcheggio della stazione degli autobus. Se non si trova posto, uscire dal parcheggio, entrare nel rondò tenendo la destra , alla rotatoria successiva tenere la destra e entrare in corso Vittorio E., percorsi circa 100 metri subito dopo la Chiesa immettersi in via Conciliazione, dopo la strettoia a destra ingresso parcheggio (parchimetri) se non si trova posto uscire e percorrere via Conciliazione (da ambo i lati parcheggi a parchimetro) Se non riuscite a trovar posto, all'incrocio con via Chiassi-Dugoni girare a sinistra, entrare in via Chiassi, percorsi circa 200 metri entrare nella via  destra (Poma) proseguire, oltrepassare l'incrocio con via Principe Amedeo - Acerbi e al semaforo girare a sinistra, via Mazzini, quando la via si allarga, a sinistra c'è il parcheggio coperto "Mazzini", parchimetri su tutta la via, oppure si può proseguire seguendo i sensi obbligatori che riportano nella via parallela Principe Amedeo -> e Acerbi che vi riporta al Museo di San Sebastiano...per un ulteriore giro- (La descrizione è lunga ma per tutto questo giro si percorrono meno di 3 Km )     
Terminata la visita alla Casa del Mantegna, se volete fare un giro in città sappiate che palazzo Te è a circa 300metri mentre Palazzo Ducale è a circa 1 km e che difficilmente troverete parcheggio se vi spostate con l'auto.
In centro dallo scorso anno, sono state modificate alcune ZTL vedi cartina

torna su

Un giro a piedi (vedi itinerario a  ritroso), altrimenti con minibus urbano, linea 1 (fermate indicate con 1 a 100 mt. lato dx direzione v.Risorgimento ->v. Repubblica) che attraversa tutto il centro (biglietti dal tabaccaio o punti APAM)
  Carta del centro storico

CONSIGLI
Per evitare sorprese, prima di consumare nei bar o ristoranti verificare il listino prezzi che, per legge, deve essere posto in evidenza. È inutile poi lamentarsi, salvo alcuni limitati casi di aumenti  indiscriminati avuti in precedenti occasioni, i prezzi sono allineati con le maggiori città turistiche. Normalmente il costo della vita, a Mantova, è tra i più cari della Lombardia (purtroppo!!).


torna su


 Per arrivare al parcheggio di Palazzo Te le vie più comode e con meno traffico
Fino al 19 marzo 2006 il parcheggio Te non è utilizzabile per la presenza del Luna Park 

Nelle giornate (sabato)  in cui la squadra del Mantova calcio gioca in casa, viene inibito il transito nelle adiacenze dello Stadio circa 1 ora prima e dopo della partita.

da Milano-Cremona  ( SS10 ) 
dopo cavalcavia FFSS  in fondo discesa al rondò tenere la destra seguendo indicazioni STADIO -Pal.Te si prosegue per circa 1,5 Km (attraverso viale Piave-piazzale Gramsci-v. Montegrappa e v. Isonzo) al semaforo a destra fiancheggiando lo stadio e al successivo (50 mt.) ancora a destra.
da Brescia - dal Lago di Garda ( SS238 )
prendere la tangenziale al rondò dopo Marmirolo proseguire fino alla discesa a raso della strada, prima della salita per un'altro cavalcavia girare a sinistra in via *Sartori, (vedi carta B) al successivo rondò a destra, proseguire per circa due Km ed al termine della via (Brennero) al semaforo a destra e poi subito a sinistra. 
  da Verona (  SS10 ) - Villafranca
A Porto Mantovano al rondò adiacente al cavalcavia girare a sinistra, superati i rondò, proseguire dritto fino all'allacciamento con il termine della tangenziale, dopo 200 metri girare a sinistra in via *Sartori (seguire le istruzioni sopra)
da 
Legnago 
seguire indicazioni per A22 dopo Stradella al primo rondò girare a sinistra, al successivo  tenere la destra ...(1) 
da
 MN nord  usciti dal casello nel rondò andare a sinistra,(1) proseguire sempre dritto per circa 4 Km al semaforo al termine della via (Brennero) a destra poi subito a sinistra (carta A -> )
(B)
        tangenziale indicazioni per centro città

    percorsi verso il Palòazzo Te di  Mantova cartina particolare
da  Modena e Mantova Sud A22 (SP413)
nell'abitato di Cerese di Virgilio al semaforo girare a destra, proseguire *dritto per circa due Km, al semaforo posto dopo il passaggio a livello girare a sinistra.
da Reggio Emilia- Parma (
SS 62)
nell'abitato di Cerese di Virgilio al semaforo proseguire *dritto (seguire istruzioni sopra)
(A)
Mantova  parcheggi consigliati per Palazzo Te e centro storico
 SS 62 R. Emilia-Parma Modena  Mantova Sud A22

torna su

CARTA del CENTRO AGGIORNATA al 1-2-2008

torna su

liberatiarts©98-2006

Hit Counter